ServiziMenu principaleHome
Home > Chi siamo > Il ricamo nel territorio

Il ricamo nel territorio

Quando il filo diventa arte

Le Marche hanno un notevole patrimonio nell’ambito della cultura del ricamo. I molti laboratori presenti, specie nel Rinascimento, su un territorio a prevalenza agricola sono la testimonianza di un legame profondo tra ago, filo e tradizione.
Esiste nelle Marche un giacimento di cultura e antiche tradizioni che rischia di rimanere sconosciuto non solo al viaggiatore che percorre questa terra, ma anche ai suoi abitanti.
Protetti dalle mura dei piccoli centri urbani, sono ancor oggi numerosi gli artigiani un tempo al servizio dell’agricoltura locale.
Se è vero che molti degli antichi mestieri, legati alla mezzadria, vanno scomparendo per essere assorbiti da una dimensione industriale (si pensi ai falegnami nel pesarese o ai calzolai nel fermano), è tuttavia innegabile che un mondo straordinario anima tutt’oggi i centri storici dei borghi marchigiani dove, tra torri, campanili, vicoli, piazzette, teatri, musei, nei pressi di spiagge affollate o di casolari di campagna, è possibile incontrare donne e uomini che hanno scelto di intraprendere un’attività artigianale contando soprattutto sulla propria abilità e creatività, mescolando il sapere antico con il design ed il gusto dei nostri giorni.
Effettivamente, tanto diffusa è nella regione la tradizione dell’artigianato artistico, che solo con difficoltà si possono indicare i luoghi più noti e i prodotti più caratteristici.

Venarotta da sempre intreccia fili e speranze, idee e ferme intenzioni.
A partire dal Medioevo, nel cuore verde d’Italia, si tramanda una viva tradizione legata al ricamo.
L’arte della tessitura, del ricamo e del merletto da centinaia di anni è parte imprescindibile della storia delle Marche, che la raccontano quanto il paesaggio, l’arte, la natura e l’enogastronomia.
"I saperi incrociati e le abilità manuali, (sedimentati nei secoli), si sposano ogni giorno con l’intuizione e con la grazia naturale che nasce dall’intelligenza delle mani".
Un giacimento di bellezza che nasce dal territorio, dalla cultura e dall’anima di un popolo, femminile e maschile.

Artigianato di alta qualità e raffinatezza. Un'arte antica tramandata per generazioni che diventa eccellenza della modernità attraverso creazioni di particolare bellezza.
La tradizione s'incrocia con la creatività, il culto e gusto della bellezza con la maestria della manualità, raffinata arte che nei tempi odierni sta trovando nuove applicazioni attraverso una continua ricerca ed innovazione, ma che si fonda sempre su un patrimonio di conoscenze e di abilità che vengono trasmesse attraverso l'esempio pratico dell'esperienza, l'apprendistato di laboratorio e di bottega.

Quello Piceno, è un territorio che coltiva ancora in modo profondo e proficuo l'attività del ricamo attraverso varie forme, che ha dato luogo anche alla nascita di piccole imprese ed alla creazione di un settore economico di nicchia ma con buone prospettive di crescita e spazi anche per l'occupazione giovanile.